Cane di Famiglia
- capire il tuo cane

 


Tralasciando quelli che gli standard SACC ed AICC formalizzano esplicitamente come difetti (che però non trovo importante commentare) ci avviamo alla conclusione di questo confronto.


SACC:

9. PELLE

Piuttosto spessa, con limitato connettivo sottocutaneo e perciò praticamente aderente agli strati sottocutanei in ogni regione. Il collo è pressoché esente da giogaia. La testa non deve presentare rughe. Il pigmento delle mucose e delle sclerose è nero, quello di suole e unghie deve essere scuro.


10. MANTELLO

Pelo: corto ma non raso, a tessitura vitrea, lucido, brillante, aderente, sostenuto, molto denso, con un lieve strato di sottopelo che s’accentua d’inverno (senza però mai affiorare sul pelo di copertura).La sua lunghezza media è di cm 2-2,5. Su garrese, groppa, bordo posteriore delle cosce e sulla coda raggiunge cm 3 senza dar luogo a frange. Sul muso il pelo è raso, liscio, aderente e non supera cm 1-1,5.

Colore: nero, grigio piombo, ardesia, grigio chiaro, fulvo chiaro, fulvo cervo, fulvo scuro e tigrato (tigrature su fondo fulvo o grigio di varie gradazioni).

Nei soggetti fulvi e tigrati è presente una maschera nera o grigia la cui estensione è limitata al muso e non deve superare la linea degli occhi. Ammessa una piccola chiazza bianca al petto, alla punta dei piedi e alla canna nasale.


11. TAGLIA E PESO

Altezza al garrese :nei maschi da cm 64 a cm 68, nelle femmine da cm 60 a cm 64, con tolleranza di cm 2 in più o in meno.

Peso: Maschi da 45 a 50 kg rapporto peso/taglia 0,710 (kg/cm); Femmine da 40 a 45 kg rapporto peso/taglia 0,680 (kg/cm).

Nota: I maschi devono avere due testicoli di aspetto normale e ben discesi nello scroto.

 


AICC:


9. PELLE

Piuttosto spessa, con limitato connettivo sottocutaneo e perciò praticamente aderente agli strati sottostanti in ogni regione. Il collo è pressoché esente da giogaia. La testa non deve presentare rughe. Il pigmento delle mucose e delle sclerose è nero, quello di suole e unghie deve essere scuro.


10. MANTELLO

Pelo: corto ma non raso, a tessitura vitrea, lucido, brillante, aderente, sostenuto, molto denso, con un lieve strato di sottopelo che s’accentua d’inverno (senza però mai affiorare sul pelo di copertura).La sua lunghezza media è di cm 2-2,5. Su garrese, groppa, bordo posteriore delle cosce e sulla coda raggiunge cm 3 senza dar luogo a frange. Sul muso il pelo è raso, liscio, aderente e non supera cm 1-1,5.

Colore: nero, grigio piombo, ardesia, grigio chiaro, fulvo chiaro, fulvo cervo, fulvo scuro e tigrato (tigrature su fondo fulvo o grigio di varie gradazioni).

Nei soggetti fulvi e tigrati è presente una maschera nera o grigia la cui estensione è limitata al muso e non deve superare la linea degli occhi. Ammessa una piccola chiazza bianca al petto, alla punta dei piedi e alla canna nasale.


11. TAGLIA E PESO

Altezza al garrese : maschi da cm 65 a cm 68 (tolleranza +/- cm 2),femmine da cm 62 a cm 65 (tolleranza +/- cm 1).

Peso : Maschi min 47 (44) max 53 (56) kg rapporto peso/taglia, femmine min. 40 (38) max 46 (48). Tra parentesi i pesi riferiti alle tolleranze.

Nota: I maschi devono avere due testicoli di aspetto normale e ben discesi nello scroto.

 


CICO/ACA:

Altezza al garrese: femmine 60-67 cm; maschi 65-72 cm.

Manto dato da pelo principale lucente, duro, aderente e corto (non raso); sviluppo di sottopelo in clima freddo.

Manti comuni: nero, tigrato, fulvo, grigio in ogni caso mai si devono individuare colorazioni marcatamente tipiche di altre razze.

Netto dimorfismo sessuale.

Il Corso ha un carattere calmo, sensibile, coraggioso, ubbidiente, molto attaccato all'uomo, territoriale e affidabile una volta maturo. 



Concludo: qui gli standard SACC ed AICC ancora una volta si equivalgono, se si eccettuano le altezze ed i pesi che lo standard AICC prevede più elevati sia nei maschi che nelle femmine.

Anche lo standard CICO/ACA prevede cani più alti rispetto a quelli descritti dalla SACC, non mette un limite al peso ed asserisce che tra maschi e femmine c'è un netto dismorfismo sessuale, cosa alla quale non viene data importanza negli altri standard.

Strano che due standard così precisi e puntigliosi tali da essere eccessivamente descrittivi, non diano peso a questa affermazione che è molto importante per il CICO/ACA.

Nulla da eccepire, tranne che ancora una volta SACC ed AICC trovano il pelo nell’uovo in questa affermazione riguardo il pelo del Corso: la sua lunghezza media è di cm 2-2,5.

Su garrese, groppa, bordo posteriore delle cosce e sulla coda raggiunge cm 3 senza dar luogo a frange. Sul muso il pelo è raso, liscio, aderente e non supera cm 1-1,5.

Mi chiedo, se per paradosso riuscissero a misurare il pelo di un campione e si accorgessero sulla groppa raggiunge i  3,2 cm, oppure che fosse solo 1,8 cm, cosa succederebbe? Un cane perfetto in tutti i suoi parametri verrebbe squalificato?

Per quello che riguarda le altezze, qui c'è da distinguere tra Corso e Corso (non dovrebbe essere così), perché purtroppo è vero che tra le selezioni ''moderne'' i cani sono decisamente più piccoli, ma è anche vero che il Corso non può essere paragonato ad un Boxer (e sì, sempre lui), per cui un po’ di sostanza in più non guasterebbe.

Unico appunto che mi sento di fare allo standard CICO/ACA (perlomeno rispetto ai dati che ho io) un limite al peso sarebbe importante individuarlo, sicuramente superiore ai 56kg e 48kg dello standard AICC, peraltro superiore a sua volta a quello SACC, perché posso assicurare, ancora per esperienza personale, non è difficile trovare femmine perfettamente in forma di 54/55 kg e maschi che superano i 60 kg, cani che mantengono intatte le loro caratteristiche, tipiche del CC. Limite importante per evitare che vengano considerati Corso anche cani di 80kg, che sebbene posseggano tutte le giuste caratteristiche non possono essere più considerati dei molossi medio-grandi, qual’è, o comunque dovrebbe essere, il Corso.